Il mio impegno politico è per il territorio, con un’attenzione particolare per i bambini, per i giovani e per l’ambiente

Tommaso

Sono nato a Torino il 5 ottobre 1996 e risiedo a Torino. Ho due sorelle più piccole e le mie due grandi passioni, oltre alla politica, sono il latino americano e l’equitazione. Gli animali sono sempre stati parte dei miei affetti, oggi il mio bassotto Camillo mi accompagna in quasi tutti i miei impegni.
La politica è da sempre la mia prima passione. Avevo 16 anni quando ho iniziato a frequentare il movimento giovanile, coinvolgendo le ragazze e i ragazzi nelle scuole. Fare qualcosa per gli altri e per migliorare la società in cui viviamo, rendendola più giusta e libera. Questo è sempre stato il mio impegno, in politica e nel sociale. 

Politica

Credo nel valore della libertà declinata sotto ogni aspetto: economico e civile. Mi reputo un liberale, riformista ed europeista. Il mio impegno politico è dedicato innanzitutto ai diritti dei bambini, al presente ed al futuro dei giovani ed all’ambiente.

Attualmente non sono iscritto a nessun movimento politico e sono Consigliere Comunale del gruppo misto al Comune di Chieri.

Presiedo il movimento civico “Energie in Movimento”, che ho fondato insieme ad amministratori locali e cittadini che credono nel valore della cittadinanza attiva.

Mi sono candidato alle elezioni amministrative di Chieri nel 2019 come capolista di Forza Italia e con 199 preferenze personali sono stato il candidato più votato di tutte le liste e i partiti di centrodestra. La mia attività politica è iniziata a 16 anni all’interno delle istituzioni scolastiche come dirigente di “Studenti per le Libertà” di Torino, il braccio operativo nelle scuole e nelle università del Popolo della Libertà. Da Gennaio 2015 fino a Ottobre 2020 sono stato coordinatore del movimento giovanile di Forza Italia per Torino e per la Città Metropolitana. Un’esperienza importante del mio percorso politico. Ho rifondato un movimento giovanile ponendo sempre ai primi posti i valori della meritocrazia e della trasparenza e dimostrando in anni di attività un presenza costate sul territorio e una grande capacità di avvicinare molti giovani alla politica. 

Dopo cinque anni, ad ottobre 2020, ho lasciato ogni incarico all’interno di Forza Italia e ho annunciato la mia autosospensione dal partito, non condividendo più la gran parte delle posizioni e delle scelte intraprese dalla dirigenza. Con me si sono autosospesi in 100 tra giovani e militanti del partito. A seguito di un duro scontro con una parte della dirigenza del partito incapace di valorizzare merito e competenze, ho deciso insieme a molti amici di lasciare il movimento politico Forza Italia. Da allora continuo con entusiasmo il mio impegno politico ma non sono più stato iscritto a movimenti politici.

Sociale

Ho sempre creduto che una società che non tutela i bambini e non investe nei giovani non può guardare davvero al futuro. L’Italia fa fatica a credere nei giovani, non investe nell’infanzia e nel favorire la natalità. Purtroppo sono sempre di più i diritti dell’infanzia e dell’adolescenza violati e dimenticati anche nell’Italia del 2022.

Dal 20 novembre 2021 sono presidente della Fondazione AIEF per l’infanzia e l’adolescenza, Ente del Terzo Settore che realizza e promuove, attraverso il ruolo sociale dell’arte contemporanea, progetti a sostegno dei bambini e dei giovani. Ho scelto di dare vita alla Fondazione AIEF per sostenere e supportare l’impegno, già avviato dall’Associazione Infanzia e Famiglia AIEF che ho fondato nel 2018, per la tutela dei diritti dell’infanzia, dell’adolescenza e della genitorialità. Credo fermamente che tutelare ed investire sui bambini e sui giovani significhi investire nel futuro. Oggi AIEF è realtà attiva con decine di volontari che hanno deciso di mettere a disposizione della collettività la propria esperienza e professionalità, impegnati su tutto il territorio e pronti, innanzitutto, ad intervenire in ogni situazione che presenti violazioni di diritti. AIEF è nota per il suo impegno a sostegno ed a supporto dei nuclei familiari in difficoltà ed in particolare per essere tra gli Enti del Terzo Settore che più si battono per la piena attuazione della Convenzione ONU sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza.

Da Ottobre 2019 sono membro del Direttivo del Centro Pannunzio di Torino. Il più prestigioso centro culturale torinese, che il Presidente della Repubblica Francesco Cossiga definì “una garanzia di Libertà”.

Dal 2016 fino al 2018 sono stato membro delegato alla Consulta Regionale dei Giovani, l’ente che raggruppa le associazioni giovanili della Regione Piemonte.  

A Settembre 2015 sono stato tra i Soci Fondatori e poi Vicepresidente dell’Unitre Torino Metropolis. L’Associazione attraverso le proprie attività ha dato vita ad un centro culturale intergenerazionale.

Studi e Lavoro

Quando sono nato mia mamma prendeva la guida della Fondazione Palazzo Bricherasio di Torino e così ho passato gran parte della mia infanzia tra opere d’arte, mostre e laboratori artistici. Nel tempo mi sono reso conto di quanto questo abbia influito sulla mia formazione, innanzitutto personale.


Ho frequentato il liceo salesiano Valsalice di Torino ma ho concluso il percorso liceale con una maturità in amministrazione, finanza e marketing.
Mi sono laureato in scienze giuridiche con una tesi in procedura di revisione costituzionale.
A 18 anni ho fondato una startup nel settore del marketing e del commercio di eccellenze artigiane piemontesi, che è stata selezionata per un progetto governativo di internazionalizzazione del made in italy in oriente. Successivamente sono stato responsabile del marketing e della comunicazione per un innovativo blog di food&beverage.


Ho ideato e coordinato diverse campagne elettorali, occupandomi sia della comunicazione sia della gestione pratica e burocratica delle campagne stesse.
Oggi sono una partita iva che si occupa di consulenze nel settore dell’arte, della comunicazione e dei servizi educativi. Collaboro con diverse aziende e professionisti, anche per l’organizzazione di eventi.